Carta etica: firma anche tu!

CARTA ETICA DEL COMUNE DI CASALGRANDE
impegno per favorire la civile convivenza e la legalità
(approvata dal Consiglio comunale nella seduta del 19/01/2015)
_______________________________________________________________________________
 
Noi che sottoscriviamo questa carta etica, vogliamo il nostro Comune
 
·  aperto, accogliente, solidale, fecondo e ricco di umanità, dove l’uguaglianza civile, il senso d’appartenenza a Casalgrande, all’Italia e all’Unione Europea, la convivenza, la pace e la pienezza dei diritti siano una realtà;
·  un Comune dove le cittadine e i cittadini siano attenti alle altre persone e alla ricerca di buone relazioni, sia con i comportamenti sia con le parole, rispettosi delle regole e dei loro doveri nei confronti delle istituzioni;
·  un luogo bello e ordinato, dove tutti si prendano cura dei beni comuni.
 

PER QUESTO CI IMPEGNIAMO

 ciascuno nei propri ruoli e nelle proprie competenze a:
1. diffondere la conoscenza della Costituzione della Repubblica Italiana;
2. rendere effettivo il diritto alla partecipazione politica e amministrativa e a tener conto, per le decisioni di maggiore importanza, dei pareri espressi dai cittadini, nelle apposite sedi istituzionali;
3. adempiere agli obblighi di diligenza, lealtà e imparzialità indicati nella legge e nel codice di comportamento per i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, oltre che mantenere buone relazioni tra colleghi e lavorare in modo equilibrato nei tempi e nei modi;
4. lavorare insieme per la crescita della coscienza e della capacità critica degli individui, per favorire, in particolare, la capacità:
· di ragionare sui problemi della politica,
· di riconoscere nei concittadini persone con pari dignità, pur se diverse per etnia, religione e genere,
· di preoccuparsi anche della vita degli altri, della propria Comunità, dell’intera Nazione e dell’Unione Europea;
5. essere vicini ai cittadini, residenti o emigrati all’estero, ascoltandone i problemi e facendoci carico delle istanze di chi è più debole, di chi è diversamente abile, di chi non ha voce per sostenere le proprie richieste e di chi è in difficoltà perché senza lavoro;
6. essere attenti ai bambini e ai giovani, facendo particolare attenzione alle decisioni che producono effetti sul futuro della Comunità, per trasmettere alle generazioni future i valori della democrazia e della partecipazione politica, della libertà di parola ed del rispetto delle diversità;
7. sostenere e ad avere riconoscenza verso gli anziani, che costituiscono una ricchezza per la nostra comunità, rappresentano la nostra storia e la nostra memoria;
8. favorire la parità di genere, rimuovendo le cause oggettive di discriminazione tra uomini e donne, per lo sviluppo di tutte le persone e la loro effettiva partecipazione, attiva e responsabile, alle scelte che interessano l’intera società;
9. favorire il bene comune e una civile convivenza, dando per primi un esempio di dialogo, di collaborazione, d’attenzione e rispetto reciproco tra organismi istituzionali dell’Amministrazione comunale (Sindaco, Consiglio, Giunta comunale);
10. orientare il nostro lavoro per fornire servizi d’alto valore sociale e di utilità alla collettività, senza alcun’arbitraria discriminazione.
 

FIRMA ANCHE TU!

  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • Condividi: